Consigli per aumentare la visibilità della pagina Facebook aziendale.
26
SETTEMBRE, 2018
Facebook
Pagine Aziendali
Consigli
Ho sentito che si possono comprare 1.000 like a buon prezzo.

Il Social Media Manager di turno, oltre a mettersi le mani fra i capelli, con molta pazienza inizia a elencare cosa fare e non fare per aumentare la visibilità della pagina Facebook aziendale.
I like non si comprano ma si conquistano

Le aziende che da poco utilizzano i social media nella comunicazione aziendale spesso puntano a una crescita esponenziale in pochissimo tempo, come se volessero recuperare gli ultimi anni di assenza su Facebook.

Ed è così che molto spesso inciampano in siti che promettono pacchetti di like a basso prezzo.

Quello che a primo impatto sembrerebbe un risparmio monetario e di tempo in realtà non lo è.

Con questo metodo veloce ed economico certamente aumenta la quantità di fan, ma a discapito della qualità. Poiché questi pacchetti comprendono “fake account”, gli account fasulli.

Ecco perché è importante evitare questo tipo di acquisto:

1 – I post pianificati e creati con cura dalla pagina aziendale si disperderanno tra News Feed di persone non esistenti o persone che utilizzano molteplici profili, che non hanno un vero interesse nell’attività dell’azienda e di conseguenza anche la portata organica e l’engagement potrebbero diventare pressoché inesistenti.

2 – I like sulla pagina o sul post, acquisiti tramite terzi non rientreranno nel proprio target, problema che poi sarà visibile nelle statistiche della pagina. Esistono svariati tool online che analizzano la provenienza dei like di una pagina, per esempio Ershad7. Confrontando il benchmark con questo tool potrete analizzare la loro fan-base e trarne delle conclusioni.

Come aumentare la visibilità della pagina Facebook aziendale senza falsare le statistiche

Per evitare di falsare le proprie statistiche, perdere organic reach e quindi anche interazioni, sarebbe meglio adottare strategie diverse per aumentare la visibilità della pagina Facebook aziendale:

1 – creare contenuti originali che favoriscono la divulgazione organica e la fidelizzazione dei fan

2 – usare la funzione di Facebook della targetizzazione organica, per selezionare quale gruppo di persone dovrebbe vedere o non vedere il post

3 – se la pagina è multi-lingue, evitare di scrivere tutto in più lingue, ma utilizzare la funzione di Facebook per la selezione delle lingue

4 – analizzare gli orari di pubblicazione e il numero di interazioni nelle statistiche della pagina. Se tramite il reach organico non si è raggiunto l’obbiettivo o se si ritiene che il contenuto dovrebbe essere visto da più persone anche al di fuori dei fan esistenti, le inserzioni su Facebook mediante una targetizzazione specifica potrebbero essere utili.

Infine, una massima “interscambiabile” da tenere sempre presente:

If content is king, then _________* is queen! 

* marketing
* conversion
* engagement

Fonte: ninjamarketing.it

Condividi! 🙂

Prima di continuare ti chiedo questo piccolo favore. A te non costa nulla e migliorerà la visibilità di questo post.

Ti può interessare?

Cerchi curiosità meno recenti?

Ti piace il mio lavoro? Seguimi!

0102030506

Contattami

Sei interessato al mio lavoro?
Che aspetti, conosciamoci!

1 + 5 =

Sono un Designer con più di 10 anni di esperienza nel campo della Comunicazione Multimediale, ma soprattutto sono un inguaribile curioso.

Grafica e Comunicazione | Tarquinia - Viterbo - Lazio - Italia

Send this to a friend